Digital libraries

Il cambiamento che connota i nostri tempi riguarda principalmente la trasformazione digitale. Una trasformazione che tocca le nostre abitudini, modifica i nostri approcci, favorisce la nascita di nuove dinamiche di relazione e incontro.

Siamo in una nuova dimensione phygital (e sempre più digitale) in cui i protagonisti non sono più gli oggetti fisici ma gli oggetti digitali e le nuove dinamiche di relazione che sono in grado di generare. Oggetti born digital (audio, video, immagini, documenti, …) prodotti da atenei, biblioteche pubbliche, archivi, …  e oggetti risultato della digitalizzazione di materiali antichi.

In questa visione allargata sono, quindi, coinvolte istituzioni, organizzazioni, patrimoni, persone.

Secondo noi, il focus è nella capacità di offrire strumenti e competenze che creino le condizioni perché i patrimoni digitali vivano una nuova vita, coerente con i dettami scientifici, da protagonisti della nuova dimensione digitale.

Digital libraries: reti di relazioni

Agli elementi di base:

  • conservare e tutelare i contenuti digitali (strutture DAMS e OAIS compliant)
  • mantenere l’approccio disciplinare nella gestione dei metadata descrittivi
  • offrire nuove opportunità per la valorizzazione dei patrimoni (visualizzatori IIIF, percorsi digitali, …)
  • superare la parcellizzazione disciplinare per una visione d’insieme (GLAM)

si aggiunge la visione strategica di digital libraries come organizzazioni di persone e processi, oltre che di patrimoni.

Il tradizionale concetto di “teca” è, quindi, superato e i patrimoni digitali, gestiti secondo standard di ambito e tecnologici, generano nuova conoscenza dalla interdisciplinarità e dalle rete di “relazioni digitali” che si generano.

Lungo queste linee si sviluppano i progetti 4Science.  Progetti che mettono insieme attività di consulenza scientifica, affiancamento in interventi di team building, formazione e la messa a disposizione di DSpace-GLAM, una piattaforma software in grado di accompagnare le istituzioni culturali nella creazione della loro nuova dimensione digitale.

DSpace-GLAM

DSpace-GLAM